Il bando

Il Bando “Welfare, che impresa!”, giunto alla sesta Edizione, intende premiare e supportare i migliori progetti di welfare di comunità promossi da Enti in grado di produrre benefici in termini di sviluppo locale, nei settori: 

  1. Welfare inclusivo e di comunità
  2. Rigenerazione del patrimonio e del paesaggio
  3. Valorizzazione delle aree interne
  4. Sostenibilità ambientale e circular economy
  5. Agricoltura sociale
     

In particolare, il bando si pone le seguenti finalità:

  • sostenere e promuovere progetti innovativi di welfare
  • stimolare iniziative di imprenditorialità giovanile
  • favorire iniziative di rete e multistakeholder, capaci di produrre benefici concreti per la comunità
  • alimentare una progettualità orientata alla generazione di impatto sociale e alla sua misurazione.
Lo scenario

Il Bando “Welfare che Impresa!” sin dalla prima edizione si pone l’obiettivo di supportare lo sviluppo di nuove imprese in grado di ricombinare economia e società, che si costruiscono intorno ai bisogni della persona (non solo sociali, ma anche esperienziali) per promuovere una nuova visione di sviluppo. L’emergenza sanitaria ha fatto emergere in modo esplicito la necessità di un modello di welfare che coinvolga direttamente la società civile e la comunità, non solo nella fruizione, ma anche nella produzione dei servizi. Non è più ammissibile, infatti, immaginare soluzioni senza valorizzare i beni, le economie e l’intraprendenza che la società genera.  

Un modello di welfare che si lega alle filiere del territorio e che si ispira al principio di sussidiarietà circolare, ossia alla collaborazione paritetica di Pubblica Amministrazione, organizzazioni della società civile e business community per la produzione di beni e servizi di interesse generale. Un processo promosso anche dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), che stimolerà le pubbliche amministrazioni ad avviare processi di co-progettazione per rispondere ai nuovi bisogni e di cui le progettualità emergenti devono necessariamente tenere conto.

All’interno delle nuove progettualità, così come nelle missioni del PNRR, la dimensione digitale assume una rilevanza strategica e trasversale a tutti gli ambiti. La tecnologia, durante i periodi di lockdown, è stata in grado di abilitare a distanza la comunità e ha permesso di dare continuità ad una molteplicità di servizi. Ma a prescindere dall’emergenza sanitaria, un approccio al digitale è oggi imprescindibile per aumentare il coinvolgimento e il protagonismo delle persone.

Le fasi del bando
  • dal 16 marzo al 29 aprile 2022: candidatura dei progetti
  • dal 29 aprile al 23 maggio 2022: selezione degli Enti finalisti da parte della Giuria Online; comunicazione dei 12 Enti finalisti: 25 maggio 2022
  • 15 e 16 giugno 2022: workshop formativo per gli Enti finalisti; dal 17 giugno al 10 settembre 2022 n. 2 sessioni di mentorship/consulenza riservate agli Enti finalisti
  • 15 settembre 2022: evento finale, pitch degli Enti finalisti e proclamazione degli Enti vincitori
     

Le date possono variare, ne daremo comunicazione su questo sito.

Chi può partecipare

Possono partecipare al bando gli Enti giuridici costituiti da non più di 5 anni o da costituirsi, fermo restando, per questi ultimi, l’obbligo di costituirsi entro 6 mesi dalla data in cui vengono comunicati i vincitori del presente bando al fine di poter risultare assegnatari dei premi.

Per un maggior dettaglio sugli Enti giuridici che possono partecipare, si prega di consultare il Regolamento completo.

Criteri di valutazione

Le Giurie (composte da esponenti dei Promotori, Partner e Incubatori) valuteranno gli Enti ammessi, a proprio insindacabile giudizio, sulla base dei seguenti criteri:

  • elementi di innovazione e di impatto complessivo
  • indicatori di impatto sociale
  • sostenibilità economica
  • scalabilità e replicabilità
  • presenza della componente tecnologica quale elemento che favorisce la scalabilità
  • organizzazione, competenze e qualità del team di progetto
I premi

Sono previsti i seguenti premi:

  • quattro premi da € 20.000 a fondo perduto ciascuno

 

Tutti gli Enti vincitori potranno inoltre accedere a:

  • sessioni di mentorship personalizzate erogate da uno degli Incubatori
  • un finanziamento a condizioni agevolate erogato da Intesa Sanpaolo fino a € 50.000 (*) e un conto corrente a condizioni agevolate per 36 mesi che include una carta di debito con canone mensile gratuito
  • consulenza personalizzata con Fondazione Social Venture Giordano Dell’Amore


Sono previsti dei premi speciali:

  • possibilità di realizzare una campagna per la raccolta digitale di donazioni, da effettuarsi sulla piattaforma idea360 di Fondazione Italiana Accenture
  • l’accesso facilitato allo Scaling Program di Impacton
  • due percorsi di mentorship per due Enti finalisti (non vincitori)
  • per i finalisti uno sconto del 50% su un ordine da catalogo di Techsoup e per i vincitori una donazione di un prodotto di hardware ricondizionato
  • consulenza personalizzata erogata da Intesa Sanpaolo per il tramite di Intesa Sanpaolo Innovation Center SPA a massimo 4 start up, selezionate tra le 12 finaliste, mediante sessioni di coaching 1:1 in lingua inglese, della durata massima di 2 ore
     

(*) Concessione del finanziamento soggetta alla verifica dei requisiti di accesso e alla positiva valutazione del merito creditizio

La formazione

Partecipare a “Welfare, che impresa!” offre l’opportunità di acquisire nuove competenze utili a migliorare la propria capacità progettuale, attraverso un  ricco percorso formativo. 

I partecipanti accederanno ad un percorso online di formazione di diversi argomenti, tra cui:

  • impatto sociale: indicatori, forme giuridiche e strumenti di finanziamento, terza economia
  • introduzione alla digital social innovation
  • misurazione dell’impatto sociale
  • risorse finanziarie e fundraising
  • scalabilità
  • project planning
  • business plan

Terminare il percorso di formazione online è obbligatorio al fine di poter proporre la propria candidatura.

Inoltre, i 12 finalisti si aggiudicheranno la partecipazione a un workshop formativo di 2 giornate, finalizzato a mettere a punto il proprio progetto.

Al termine del workshop formativo, gli enti finalisti saranno supportati attraverso un’attività di mentorship, finalizzata alla strutturazione del pitch per l’evento finale.

Infine, i Vincitori avranno a disposizione n. 8 sessioni di mentorship personalizzate erogate da uno  degli Incubatori: Polihub, Socialfare, G-Factor, Hubble, Campania NewSteel e a|cube da terminarsi entro il 31 dicembre 2022; per attività di mentorship si intende una serie di sessioni programmate e focalizzate su temi specifici indicati in sede di adesione al bando.

Informazioni

Informazioni sul bando, esigenze di chiarimento e ogni altra richiesta di contatto saranno da indirizzare a segreteria@fondazioneaccenture.it 

Per domande tecniche sull’e-learning e sul form di compilazione utilizzare l’indirizzo info@idea360.com

* Il form di partecipazione prevede il link a un breve percorso di e-learning obbligatorio per la candidatura. Non aspettare l'ultimo giorno utile a candidarti perchè potresti non fare in tempo.

Promotori
Partner
Incubatori